Egitto | Nuove scoperte archeologiche a Minya

di Enrico Casale
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Giovedì 30 gennaio, un gruppo di archeologi egiziani ha scoperto 16 tombe antichissime nel sito di Al-Ghoreifa nel Governatorato di Minya. Il filmato mostra i sarcofagi e altri manufatti contenuti nelle tombe, oltre a mummie e teschi.

«Il cimitero è una tomba di famiglia contenente nove sarcofagi in pietra e cinque sepolture a terra. In esso abbiamo trovato 1.500 figurine ushabti, 150 amuleti della fine del 26a, 27a dinastia. Ma le mummie sono in cattive condizioni e l’imbalsamazione è pessima», ha detto Walid Amr, un membro della missione egiziana nell’area delle antichità di al-Ghoreifa.

Secondo quanto riferito, le tombe risalgono al 664-399 a.C. e si ritiene che appartengano ai sommi sacerdoti di Toth, una delle antiche divinità egizie, dio della saggezza, della scienza, della magia e dell’arte.

Altre letture correlate:

X