Camerun, attacco attribuito a Boko Haram

di Celine Camoin
La nuova sfida di Boko Haram
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

È di 19 morti civili e 14 feriti il bilancio ufficiale di un attacco subito nella notte dal 1° al 2 agosto dagli abitanti di Nguetchewe, nell’estremo nord del Camerun.

Secondo il comunicato del ministero della Difesa, gli assalitori hanno attaccato in un primo momento i membri del comitato locale di vigilanza. A favorire l’azione degli assalitori sarebbero stati due kamikaze, saltati in aria causando morte e desolazione.

Il ministero non emette ipotesi su chi siano stati gli autori dell’attacco, mai nei media si punta il dito contro Boko Haram, il gruppo radicale islamista nato oltre dieci anni fa nel Nord della Nigeria, con il quale confina il nord del Camerun. La regione è infatti regolarmente presa di mira dal gruppo armato. Nguetchewe, nel comune di Mayo-Moskota, è descritta da alcuni media come un campo per sfollati vittime della violenza. Sette giorni prima dell’attacco, l’esercito del Camerun aveva annunciato l’uccisione di cinque miliziani di Boko Haram.

Il gruppo nigeriano ha anche colpito nei giorni scorsi in Ciad, uccidendo dieci civili nel villaggio di Tenana, nella provincia del Lago Ciad.

 

Altre letture correlate:

X