Camerun | Ancora violenza in Ambazonia

di Diego Fiore
01
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Le autorità militari del Camerun hanno avviato un’indagine sul rapimento, risalente a ieri, di almeno 63 civili a opera di uomini armati nella travagliata regione anglofona dell’Ambazonia, nel sud-ovest del Paese. Stando a quanto riportato dall’esercito (che ha incolpato i separatisti del rapimento), una squadra investigativa speciale sta lavorando sul caso. Fonti locali hanno riferito all’agenzia di stampa Xinhua che i civili erano in un bar a Mmouck Leteh, una località nella divisione di Lebialem, quando uomini pesantemente armati li hanno messi sotto tiro e portati in una destinazione sconosciuta. È noto che i separatisti armati operano in questa località, che recentemente ha visto scontri feroci tra gruppi separatisti che hanno portato alla morte di cinque combattenti. I separatisti non hanno però rivendicato la responsabilità del rapimento.

I combattimenti tra forze governative e questi gruppi armati indipendentisti continuano dal 2017, quando questi ultimi hanno dichiarato l’indipendenza dell’Ambazonia.

Altre letture correlate:

X