23/05/13 Zimbabwe: Promulgata la nuova Costituzione

di Mario

Da ieri lo Zimbabwe ha una nuova Costituzione. Largamente approvata dagli elettori nel referendum del 19 marzo scorso e passata ai primi del mese per l’approvazione dei due rami del Parlamento, la nuova Carta Fondamentale del paese è stata promulgata ufficialmente ieri dal presidente Robert Gabriel Mugabe. “Oggi è un giorno storico, è l’inizio del futuro” ha detto, enfaticamente, il ministro degli Affari costituzionali Eric Matinenga al termine della cerimonia della firma.

La nuova Costituzione prevede, per la prima volta, un limite ai mandati presidenziali, da adesso bloccati a due periodi di 5 anni, dopo 33 anni di potere di Mugabe. Il testo, che non è retroattivo, permette tuttavia all’attuale capo di Stato, che gode ancora di un forte sostegno nelle zone popolari e rurali del paese, di candidarsi alle prossime elezioni, previste entro la fine di quest’anno.

La nuova Costituzione rimuove il ruolo di primo ministro, creato come figura di bilanciamento nel governo di unità nazionale fortemente voluto dalla comunità internazionale nel 2009 per mettere fine alle tensioni post elettorali di cinque anni fa, ma rafforza i poteri del Parlamento.

La nuova Carta – che tra le altre cose contiene l’abolizione dell’immunità presidenziale una volta terminato l’incarico –  infatti aumenta i poteri del legislativo, che sarà composto da 210 membri più altre 60 rappresentanti donne, eletti attraverso un metodo proporzionale. La Costituzione appena promulgata contiene la creazione, per la prima volta, di una Corte costituzionale che si occuperà degli abusi del governo. Sarà inoltre abolita la pena di morte tra tutte le persone con meno di 21 anni e più di 70 e per tutte le donne.

* Maria Scaffidi  – Atlasweb

 

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X