Uganda | Arresti di frontalieri

di Enrico Casale
uganda

Circa 200 persone, la maggior parte delle quali ruandesi, sono state arrestate in Uganda occidentale in quello che secondo le autorità di Kigali è una stretta sugli ingressi illegali nel Paese.

I media locali riportano che la maggior parte delle persone detenute sono state rilasciate dopo la fase di riconoscimento, ma 39 sono rimaste in detenzione, di cui 35 ruandesi e quattro congolesi.

Il governatore della Provincia settentrionale del Ruanda ha recentemente lanciato avvertimenti chiedendo alle persone di non entrare in Uganda per motivi di sicurezza. Le tensioni tra l’Uganda e il Ruanda persistono nonostante sia stato siglato un accordo tra i leader dei due Paesi per ripristinare le relazioni.

I residenti nella regione di confine lamentano che la tensione politica sta dividendo le famiglie che vivono su entrambi i lati del confine. I due Paesi si sono accusati a vicenda di omicidi politici, spionaggio e sabotaggio del commercio.

Altre letture correlate:

X