Sud Sudan | La Cina: «Il coronavirus non ci ferma»

di Enrico Casale
sud sudan
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

L’ambasciatore cinese in Sud Sudan, Hua Ning, ha affermato che l’epidemia di coronavirus in alcune parti del mondo non interferirà con i progetti cinesi nel Sud Sudan.

Parlando venerdì scorso con i giornalisti a Juba, l’ambasciatore Ning ha affermato che circa duemila cittadini cinesi stanno attualmente lavorando a vari progetti nel Sud Sudan. Ha spiegato che il governo cinese sostiene il Paese nei settori delle infrastrutture, della sanità, del petrolio, umanitario, commerciale e dell’istruzione.

Il nuovo coronavirus a livello globale ha contagiato quasi 90.000 persone in 60 Paesi. Più di 3000 i morti, nella stragrande maggioranza nella provincia cinese di Hubei. L’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato il virus un’emergenza globale.

Altre letture correlate:

X