Marocco: la lingua tamazigh fa il suo ingresso in Parlamento

di Redazione InfoAfrica
bandiera berbera

Undici anni dopo il suo riconoscimento ufficiale come lingua ufficiale in Marocco, accanto all’arabo, il tamazigh (o tamazight) fa il suo ingresso in Parlamento. Durante le sessioni plenarie settimanali, dedicate alle interrogazioni orali, e durante la plenaria mensile dedicata alle interrogazioni rivolte al capo del governo, la prima Camera ha avuto ieri una traduzione simultanea dall’arabo alla lingua amazigh (berbera) e viceversa.

Questo traguardo è stato dibattuto a lungo nel 2019 prima di essere votato. La legge organica adottata poco prima della pandemia di Covid-19 ha posto le basi per il suo utilizzo nell’istruzione e nelle istituzioni del Paese.

La lingua berbera  – il tamazigh –  è parlata da almeno un quarto della popolazione marocchina. Per anni è stata oggetto di una lotta per la sua difesa dinanzi a un’amministrazione centrale che privilegiava l’uso dell’arabo e del francese.

L’ultima circolare della ministra per la riforma della Pubblica amministrazione, Ghita Mezzour, raccomanda l’uso del tamazigh in ciascuno dei call center e in ciascuna delle strutture di accoglienza e orientamento sui siti ufficiali delle pubbliche amministrazioni. L’amministrazione si impegna inoltre a scrivere i propri comunicati stampa in tamazigh quando l’oggetto è destinato al grande pubblico. La stessa lingua dovrà essere utilizzata nei trasporti pubblici.

L’Istituto reale della cultura amazigh e la Direzione generale della Protezione civile hanno recentemente firmato un accordo di principio per integrare la lingua berbera nel campo della protezione civile. Tale accordo definisce il quadro generale volto al miglioramento della qualità di questo servizio pubblico destinato agli utenti.

Il Marocco è il Paese del Maghreb che comprende la più vasta proporzione di popolazione berbera, stimata in 15-20 milioni di persone, ovvero la metà dei marocchini. Queste popolazioni vivono spesso nelle campagne o nell’Atlante e imparano l’arabo solo alla scuola primaria. Dal 2011 un canale della televisione pubblica, Tamazight Tv, è dedicato alla promozione della cultura berbera.

Il tamazigh è diffuso in Marocco, Algeria, Niger e Mali. Ovunque è una lingua minoritaria sopravvissuta nelle zone di rifugio, soprattutto rurali e montuose, È inoltre diversificata in numerose varietà dialettali.

Condividi

Altre letture correlate: