Madagascar: da agente di commercio a re dei sub

di Matteo Merletto
Gianluca Censi sub Madagascar
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

«Ventidue anni fa, mentre aspettavo un cliente vicino a Lecco, ho notato la pubblicità di un corso di sub – racconta il bergamasco Gianluca Censi –. Da quel giorno la mia vita è cambiata».

La passione per il diving lo spinge a mollare tutto per il Madagascar. «Alcuni amici erano appena rientrati parlandomi di un’attività in vendita. Ho preso un biglietto di sola andata e l’ho rilevata. Ma non mi piace essere definito coraggioso: credo che spesso i sogni rimangano intrappolati nel cassetto solo perché l’occasione non arriva al momento giusto».

Oggi, a 55 anni, guida una squadra di oltre cento collaboratori, un’agenzia specializzata in escursioni subacquee (17 dipendenti) e un hotel da 40 camere nell’isola di Nosy Be, otto chilometri a nord-ovest della costa malgascia, che arriva a impiegare 84 collaboratori.

Selezionare, formare e gestire il personale non è uno scherzo. «Cerchiamo sempre referenze e conferme, oltre ai CV. Poi partiamo da un contratto di prova da tre mesi. Qui la formazione è una sfida continua, mai finita. Con alcuni all’inizio avviene come un reset ogni giorno. Ma ho ottenuto tanti risultati lavorando sulla fiducia in sé stessi, sulla fierezza di essere parte di una squadra e gratificando chi dimostra spirito di iniziativa. Ho commesso tanti errori, ma è così che si impara».

Tra gli aspetti più complicati della vita in Madagascar cita l’umidità della stagione ciclonica e la fatica di vivere lontano dalla famiglia: la moglie Jessica Marie (malgascia di origini cinesi e tedesche) e il figlio Guillaume, 15 anni, risiedono infatti ad Antsiranana, a oltre 250 chilometri di distanza, primo centro urbano dotato di un liceo internazionale grazie a cui poter poi studiare in Europa.

A chi vuol investire in Madagascar, Gianluca consiglia di «non credere mai alle “occasioni d’oro”, che non sono mai esistite e mai esisteranno. Ho visto tanti arrivare spavaldi e ripartire senza manco la valigia. Anche qui ci sono procedure e regole da rispettare e pratiche di corruzione da cui stare lontani».

Siti web: www.aquamadagascar.comwww.corailnoirmadagascar.com

(Martino Ghielmi – vadoinafrica.com)

Gianluca Censi sub Madagascar

Condividi

Altre letture correlate:

X