Kenya – Il Pam taglia gli aiuti ai campi profughi di Dadaab e Kakuma

di Enrico Casale
Cresce il numero di rifugiati. Anche in Africa
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il Programma alimentare mondiale (Pam) delle Nazioni Unite sarà costretto a tagliare del 30% gli aiuti alimentari destinati agli oltre 420 mila rifugiati che vivono nei campi profughi di Dadaab e Kakuma del Paese a causa della mancanza di finanziamenti. È quanto si legge in un comunicato della stessa agenzia Onu, secondo cui ci sarebbe bisogno di 28,5 milioni di dollari per coprire le esigenze alimentari dei rifugiati per i prossimi sei mesi.
“Un brusco calo dell’assistenza alimentare sarebbe devastante per i rifugiati, la maggioranza dei quali dipende interamente dal Pam per i loro pasti quotidiani”, ha dichiarato Annalisa Conte, rappresentante del Pam in Kenya. L’annuncio giunge sei mesi dopo che le Nazioni Unite hanno lanciato l’allarme carestia in Sud Sudan, Somalia, Nigeria e Yemen, con la vita di 20 milioni di persone messa a rischio. Lo scorso mese di aprile il Pam aveva ripreso la fornitura completa degli aiuti dopo oltre un anno di tagli dovuti alla carenza di fondi.
(03/10/2017 Fonte: Agenzia Nova)

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X