Etiopia| Stallo sulla diga. Washington taglia i fondi

di Stefania Ragusa
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Gli Stati Uniti hanno deciso di tagliare 100 milioni di dollari di aiuti destinati all’Etiopia. La decisione è stata presa – secondo fonti concordanti citate da media statunitensi – in seguito allo stallo delle trattative sulla diga (Grand Ethiopian Renaissance Dam, Gerd) in fase di completamento lungo il corso del Nilo azzurro.  Le trattative sono quelle in corso tra Egitto, Sudan ed Etiopia con i primi due Paesi – in particolare gli egiziani – preoccupati che il riempimento del bacino della diga possa compromettere il livello delle acque del fiume a valle.  «Il governo ha deciso di tagliare l’assistenza a causa della posizione dell’Etiopia sui negoziati», ha riferito una fonte anonima citata da Reuters. «Saranno interessati fino a 100 milioni di dollari circa, di cui 26 milioni di dollari sono finanziamenti che scadono alla fine dell’anno finanziario». Secondo la stessa fonte gran parte dei finanziamenti in scadenza riguarderebbe la sicurezza regionale, la sicurezza delle frontiere, la sicurezza alimentare. Addis Abeba considera la diga un elemento cruciale per il suo sviluppo economico dal momento che consentirebbe di produrre energia sia per il mercato interno che per l’export. L’Egitto teme invece che la diga possa avere contraccolpi pesanti sulla quantità di acqua disponibile per la sua popolazione che ha ormai superato i cento milioni di abitanti.

(Fonte: InfoAfrica)

Condividi

Altre letture correlate:

X