Devil comes to Koko

di Valentina Milani
Devil comes to Koko
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Devil comes to KokoSay no to toxic waste, eat an apple! E’ partita la campagna di crowdfunding per sostenere il film Devil comes to Koko di Alfie Nze, regista teatrale niegariano trasferitosi in Italia.

Il film evoca due brutali episodi che hanno tragicamente interessato la Nigeria: la sanguinosa invasione inglese di Benin City 1897 e lo scandalo dei rifiuti tossici scaricati nel 1987 a Koko, un villaggio del Delta del Niger. Apparentemente scollegate fra loro, le due invasioni si fondono in un’unica inquetante storia. Un immaginifico viaggio in una terra troppo ricca, da sempre preda di violente conquiste e saccheggi.

Opera prima del regista, Devil comes to Koko è stato prodotto indipendentemente da Koko Krew, un gruppo di persone che hanno creduto nel progetto e che stanno lavorando con Alfie perché il film possa essere concluso e diffuso in tutto il mondo. Le riprese sono state effettuate a Benin City e nel villaggio di Koko in Nigeria, oltre che nello spazio occupato di Macao, a Milano.

La raccolta fondi ha l’obiettivo di raggiungere 10.000 euro, cifra minima necessaria per terminare il film. La campagna del film è gemellata con il progetto ‘Adotta un albero’ promosso dall’associazione Sunugal: parte dei soldi raccolti contribuiranno a piantare alberi da frutta in Senegal.

Fino al 27 luglio è possibile contribuire accedendo alla pagina dedicata sulla piattaforma Indiegogo: www.indiegogo.com

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.