Cinécyclo, il cinema in bicicletta

di Matteo Merletto
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Proietta film servendosi dell’energia prodotta da una bicicletta equipaggiata di un generatore elettrico a pedali: così il francese Vincent Hanrion, fondatore dell’associazione Cinécyclo, porta il cinema nelle zone più remote del mondo, dove non c’è elettricità.

Il progetto, partito nel 2015 in Senegal e proseguito in America Latina, ora approda nuovamente in Africa occidentale. I cortometraggi in lingua locale trattano temi ambientali e sociali di attualità. Gli abitanti dei villaggi sono invitati a pedalare per gustarsi lo spettacolo.

Le proiezioni itineranti si tengono anche in Europa: qui si mostrano film che promuovono la solidarietà e combattono il razzismo. Nel 2015-16 Cinécyclo in Senegal ha percorso 3000 chilometri, realizzato 100 proiezioni e coinvolto 11.000 spettatori. E non ha intenzione di fermarsi.

Sito web: cinecyclo.com

(Valentina Giulia Milani)

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X