Tanzania, 60 morti nell’esplosione di un’autocisterna

di Enrico Casale
autocisterna tanzania
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Almeno 60 persone sono state morte e 70 sono rimaste ferite nell’esplosione di un’autocisterna in Tanzania. Le foto pubblicate online dai siti tanzaniani mostrano i resti infuocati sparsi su una vasta area e i corpi carbonizzati stesi a terra. La polizia ha detto che l’esplosione è avvenuta mentre alcune persone stavano cercando di rubare carburante dal veicolo che si era capovolto. L’incidente è avvenuto nella regione di Morogoro. La città di Morogoro è un importante snodo per il trasporto di merci e carburante verso il porto di  Dar es Salaam, la capitale commerciale del Paese.

Si teme che il bilancio delle vittime possa aumentare. La polizia ha affermato che molti feriti hanno subito ustioni gravissime. «La situazione è davvero grave – hanno dichiarato alla Bbc testimoni oculari –. Sono morte molte persone».
Il capo della polizia locale Willbrod Mtafungwa ha affermato che sono morti anche molti tassisti di motociclette che si trovavano nei paraggi.

Disastri come questo si ripetono frequentemente in Africa. In molti sono disposti a correre enormi rischi per prelevare carburante da cisterne e condotte. Il mese scorso, si sono registrati almeno 45 morti quando un’autocisterna è esplosa nello Stato settentrionale del Benue in Nigeria. Quasi 80 i morti, a maggio, in un incidente simile vicino all’aeroporto della capitale del Niger, Niamey.

Altre letture correlate:

X