Sudafrica: cucina italiana e yoga, ricetta per la felicità

di Matteo Merletto
Giulia Ridolfi 2

«Qui a Johannesburg tutti adorano il cibo italiano. Lo yoga è altrettanto amato. Ho pensato di unire queste mie due passioni creando qualcosa di nuovo», racconta Giulia Ridolfi, fondatrice di Soul Pot Experience.

Laureata in Storia dell’arte, Giulia ha un passato da agente di commercio. Arriva in Sudafrica quattro anni fa a causa del lavoro del fidanzato. «Venivo a trovarlo un paio di volte l’anno. Poi ci siamo sposati e abbiamo scelto di vivere qui. Ho lasciato un lavoro “sicuro” per seguire i miei interessi, facendo un salto nel buio».

Soul Pot propone corsi di cucina italiana e pratica yoga a sudafricani e ad espatriati appassionati del Belpaese. «Gran parte dei miei clienti sono stati almeno una volta in Italia e si sono innamorati della nostra cucina. Altri sono i figli e nipoti di emigrati italiani» (oltre 77.000 sudafricani hanno radici italiane).

Tra le attività proposte da Giulia, oltre ai corsi di cucina e/o di yoga, anche l’esperienza della cucina italiana a domicilio e di workshop insieme a realtà come la Società Italiana Dante Alighieri (che promuove la conoscenza della nostra lingua nel mondo) e aziende interessate a posizionarsi nel mercato sudafricano. 

«La mia più grande soddisfazione è rompere i tabù gastronomici che regnano a queste latitudini e vedere come questo piaccia. Io porto qui la vera cucina regionale italiana, senza compromessi. Spiego che la pasta Bolognaise non esiste. C’è piuttosto il ragù nelle sue infinite declinazioni, ognuno con la sua storia», prosegue Giulia, entusiasta di sacrificare i weekend per «fare finalmente ciò che mi piace».

Per chi viene a Johannesburg consiglia di iniziare con una visita al Museo dell’Apartheid. «È un buon punto di partenza per cominciare a comprendere la vasta complessità di questo Paese. Una volta usciti da lì, difficilmente si camminerà per le strade e si guarderà alla città con gli stessi occhi».

Sito web: soul-pot.com

(Martino Ghielmi – vadoinafrica.com)

Altre letture correlate:

X