Sud Sudan: il presidente Kiir scioglie il parlamento

di Enrico Casale
Il Presidente sudsudanese Salva Kiir
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Salva Kiir, presidente del Sud Sudan, ha sciolto il parlamento. La decisione, annunciata nel fine settimana, è parte dell’accordo di pace siglato del settembre 2018.

Il nuovo Parlamento, in conformità con l’accordo di pace del 2018, avrà 550 deputati, la maggioranza dei quali appartenenti al partito di governo. I parlamentari non saranno eletti, ma nominati dai diversi partiti. Il presidente non ha specificato quando sarà formata la nuova assemblea.

La Cepo, organizzazione della società civile interpellata dal sito Sudan Tribune, ha accolto con favore lo scioglimento del parlamento nazionale, affermando che la decisione era attesa da tempo. “La ricostituzione del parlamento dovrebbe essere fatta con urgenza. La tendenza a ritardare la ricostituzione dovrebbe essere evitata. L’assenza dell’assemblealegislativa ha rallentato l’attuazione dell’accordo di pace”, ha detto Edmund Yakani, direttore esecutivo della Cepo.

Il Sud Sudan ha formato un governo di coalizione nel febbraio 2020.

Condividi

Altre letture correlate: