Stati Uniti – Improvvisa morte dell’ambasciatore ivoriano

di Enrico Casale
Bernard Tanoh Boutchoué

Bernard Tanoh-Boutchoué,  ambasciatore presso le Nazioni Unite della Costa d’Avorio (membro non permanente del Consiglio di Sicurezza), è morto improvvisamente mercoledì 18 aprile a New York all’età di 67 anni. Le cause del suo decesso sono ignote.  Secondo quando si apprende da fonti delle Nazioni Unite, il diplomatico avrebbe accusato un malore e poi velocemente le sue condizioni sarebbero peggiorate. Ricoverato in un ospedale, è deceduto poco dopo. Il Consiglio di sicurezza osserverà un minuto di silenzio in sua memoria.

Prima dell’Onu, Bernard Tanoh-Boutchoue aveva lavorato a Mosca fino al 2011. Nel 2012, era stato incaricato dalle autorità ivoriane di rappresentare il suo Paese in Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Lettonia e Ucraina. Durante la sua carriera, Bernard Tanoh-Boutchoué è stato anche ambasciatore in Egitto e Sudan, dopo aver ricoperto diversi incarichi nel suo paese presso l’Onu. Nato il 17 luglio 1950, era sposato e aveva tre figli.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X