RD Congo | Fondi tedeschi per agricoltori nel Kivu

di Redazione InfoAfrica
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

La Germania ha annunciato un contributo del valore di 50 milioni di euro a sostegno di un programma d’aiuto ai piccoli agricoltori in territori del Kivu, gestito dalle agenzie delle Nazioni Unite.

Circa 180.000 abitanti di Walikale (Nord-Kivu), Mwenga e Walungu (Sud-Kivu) saranno i beneficiari di questo programma, i cui obiettivi sono di rafforzare la produzione agricola e la gestione del post-raccolto, la diversificazione delle attività produttrici di reddito, il miglioramento della nutrizione e dei servizi sociali di base, con lo scopo più ampio di aiutare la pace e la stabilità nella regione orientale.

Il programma ha una durata di quattro anni (2020-2023) ed è gestito dall’Organizzazione dell’Onu per l’alimentazione e l’agricoltura (Fao), dall’Organizzazione dell’Onu per l’infanzia (Unicef) e dal Programma alimentare mondiale dell’Onu (Wfp/Pam).

I fondi saranno messi a disposizione dalla banca tedesca per lo sviluppo KfW.

La Fao ricorda in una nota che la Repubblica Democratica del Congo è uno dei Paesi più fertili del pianeta, con circa 80 milioni di ettari di terra arabile, la più vasta nel mondo dopo il Brasile. Il Congo custodisce inoltre la metà delle risorse acquifere del continente africano. Oltre alla povertà radicata, nonostante queste ricchezze il Kivu è teatro di un’instabilità armata cronica che impedisce uno sviluppo sereno e sostenibile.

[Redazione InfoAfrica]

Altre letture correlate:

X