Nigeria – Abuja contro JP Morgan, verso un confronto legale

di Redazione InfoAfrica
pozzi petroliferi nel delta del niger

Il governo di Abuja potrà chiamare in giudizio JP Morgan Chase: lo ha stabilito un tribunale di Londra, guidato dal giudice Andrew Burrows, che ha accolto una richiesta in questo senso giunta dalla Nigeria.

L’accusa rivolta nei confronti della banca è quella di aver favorito l’appropriazione indebita di fondi statali per un totale di 875 milioni di dollari rispetto alla Oil Prospecting License, OPL 245.

A riferire gli ultimi sviluppi sono stati Salihu Isah, consigliere speciale su Media e Pubblicità del Procuratore Generale della Federazione e il ministro della Giustizia, Abubakar Malami.

La questione riguarda alcuni pagamenti legati alle licenze petrolifere che hanno coinvolto la Royal Dutch Shell ed Eni e per le quali c’è un procedimento in corso a Milano.

Sulla vicenda sia Shell che Eni hanno dichiarato che il loro accordo con il governo federale era legale e che i pagamenti erano stati effettuati al governo.

[Redazione InfoAfrica]

Condividi

Altre letture correlate: