Marocco – Motocicliste che lottano per la parità di genere

di Matteo Merletto

Les Miss Moto Maroc: così si chiama il primo club motociclistico al femminile in Marocco che unisce donne di età diverse e dimostra che essere donna non è un ostacolo per seguire la propria passione.

Il club è stato fondato da Dalila Mosbah, che era cicloamatrice da adolescente, ma che solo andando in pensione nel 2008 ha deciso di ottenere la patente per motociclette. Nel 2011 ha fondato Les Miss Moto Maroc.

Un membro del club, Sara Qureshi, afferma che le donne arabe «dovrebbero sfidare sé stesse perché le donne possono praticare qualsiasi sport e competere con uomini in molti campi. E sono in grado di ottenere molte cose, proprio come gli uomini».

Nel 1993, il Marocco ha ratificato un accordo internazionale sulla parità di genere, che ha rafforzato la rappresentanza femminile in diverse sfere dominate dagli uomini.

Nonostante ciò, c’è ancora una certa riluttanza ad accettare le donne in moto, come risulta anche dal fatto che le donne possiedono solo l’1% di tutte le motociclette immatricolate nel Paese.

Altre letture correlate:

X