Marocco – La strana «sparizione» della principessa consorte

di Enrico Casale
lalla salma
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Che fine ha fatto Lalla Salma, la principessa consorte di re Mohammed VI del Marocco? Sono in molti a chiederselo: giornalisti, appassionati di gossip, ma anche politici e amministratori pubblici.  Dal 23 novembre non appare più in pubblico, non presenzia alle cerimonie, non partecipa ai pranzi ufficiali e, quel che è ancor più grave per il gossip internazionale, non compare neanche nelle foto di famiglia. È come se si fosse volatilizzata, sparita dalla scena pubblica.

L’argomento è tabù, ma i pettegolezzi volano. Ancora di più da quando la casa reale ha reso pubblica una fotografia della famiglia del sovrano riunita attorno al capezzale del re. L’istantanea, che doveva essere rassicurante, è scattata nella stanza dell’ospedale di Parigi, dove Mohammed VI convalescente ma in forze, ha appena superato un intervento per aritmia cardiaca. Ci sono tutti: i due figli, le tre sorelle Meryem, Asma e Hassan e il fratello Rachid. Tutti tranne lei, Lalla Salma: la moglie.

Hola, il celebre magazine spagnolo, parla di un possibile divorzio reale, senza citare fonti, ma senza ricevere smentite. Borghese di origini, Salma Bennani, classe 1978, dal giorno del matrimonio con il sovrano alaouita, il 21 marzo 2002, ha ottenuto il titolo di altezza reale. Ha dato due figli alla corona, l’erede al trono, il principe Hassan, e la principessa Khadija. Di fatto è la prima First Lady del Marocco, anche se il ruolo non è previsto nella Costituzione. Questo re ha rotto la tradizione dell’harem del sultano e mostrando la sposa al suo fianco, anche in occasioni ufficiali, come mai era accaduto prima, ha reso la moglie un personaggio pubblico. Lunga chioma rossa fluente, Lalla Salma è ingegnere informatico e si mostra sempre a capo scoperto. È molto amata dai sudditi che la considerano un simbolo di serietà oltre che una regina venuta dal popolo. Si dedica ad attività caritative e protocollari, spesso anche insieme a Rania di Giordania, di cui è molto amica.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X