La cucina è di casa all’African Food Express

di Luciana De Michele
African food express
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

La cucina più buona e genuina, è risaputo in tutto il mondo, è proprio quella fatta in casa. In Africa è ancora la norma per molte donne, madri di famiglia, preparare nella loro cucina colazioni e merende per poi posizionarsi con un tavolo sul ciglio della strada del proprio quartiere per venderle. Altre, se riescono in questo modo a racimulare qualche soldo, possono decidere di provare a fare un piccolo investimento e strutturare meglio l’attività, chiedere al Comune il permesso di occupazione dello spazio pubblico e costruirsi alla meglio, riparati da teli o pareti di fortuna, dei punti di ristoro per servire il pranzo a lavoratori in pausa, studenti, passanti.

Frequente è inoltre per queste donne essere contattate per preparare immense quantità di cibo da servire durante eventi e cerimonie: dai rinfreschi di lavoro alle feste di quartiere, dai battesimi ai matrimoni: a meno che soprattutto in ambito lavorativo la situazione non sia particolarmente formale, in ciascuna di queste occasioni la modalità di consumazione del cibo è comunitaria e collettiva, nelle case e all’aperto nelle vie dei quartieri.

Dall’Africa, ci catapultiamo ora a Milano.

Elisabeth Imonioja è arrivata in Italia dalla Nigeria nel 2016. Ama la cucina, e nei diversi centri di accoglienza in cui viene ospitata diventa la chef apprezzata da tutti. Il suo sogno diviene ben presto quello di crearsi un proprio ristorante, ma non avendo il capitale iniziale da investire per aprire un’attività a Milano, decide di cominciare con un servizio di catering di cucina nigeriana e dell’Africa occidentale. «All’inizio cucinavo per le feste di compleanno delle mie amiche…mi sono così creata molti contatti di nigeriani sul territorio, e facendo anche molta pubblicità su Facebook e su altri social sono poi arrivate molte richieste da parte dei miei connazionali soprattutto in Lombardia, che desideravano i classici della nostra cucina per battesimi, matrimoni e festività». A queste cerimonie, partecipavano spesso anche italiani: da qui l’esigenza di allargare il menù con alcuni piatti sfiziosi anche di cucina italiana, come le polpette e le braciole al sugo e la Genovese, primo piatto italiano a base di ragù bianco e cipolle, sconosciuto nel capoluogo ligure ma molto apprezzato a Napoli, dove Elisabeth ha imparato a cucinarlo.

Nel 2018 è nato dunque African Food Express, che oltre al catering offre menù deliziosi sulle principali piattaforme online (Ubereats e deliveroo): consegne a domicilio per chiunque voglia gustare pietanze nigeriane a cominciare dagli antipasti come i Suya (manzo speziato con pomodoro e cipolle), per continuare con i primi piatti come il Jollof Rice (riso al sugo speziato accompagnato con pollo o manzo) e con alcuni specialità italiane.

A causa dell’emergenza Covid-19 Elisabeth ha per il momento sospeso il servizio, anche se conta di riprenderlo presto. E’ possibile rimanere aggiornati sulla sua pagina Facebook African Food Express – Milano.

(Luciana De Michele)

Condividi

Altre letture correlate:

X