Il piatto del giorno: riso fritto alla nigeriana

di Luciana De Michele
Riso fritto Nigeria

Oggi con Sapori d’Africa vi portiamo alla scoperta di un piatto nigeriano, il riso fritto.

Repubblica federale di 36 stati, la Nigeria è il Paese più popoloso d’Africa (e il settimo a livello mondiale) con ben 200 milioni di abitanti: come si potrà immaginare, riunisce nel suo territorio una miriade di popolazioni e culture. E poiché come abbiamo già ricordato all’inizio di questa rubrica anche la cucina è cultura, e in contesti simili spesso non si può delineare un piatto nazionale, la cucina nigeriana si presenta molto ricca e differenziata. Sebbene in Nigeria sia molto diffuso il fofu, una specie di polenta di manioca che accompagna molti piatti e stufati anche in altri Paesi dell’Africa occidentale, il riso viene preparato spesso durante le cerimonie (matrimoni e battesimi) o nel fine settimana. Ma non solo: quello che vi proponiamo oggi è infatti un piatto unico piuttosto popolare nel Paese.

Ingredienti per 4 persone:

Pollo per brodo
Sale, pepe, timo e due cucchiaini di curry
2 cipolle
400 gr di riso lungo
due carote, un peperone rosso, mais
fagiolini 200 gr
piselli 100 gr
fegato 150 gr
peperoncino q.b.

Procedimento:

Lavare il pollo e adagiarlo in una pentola. Cospargere di timo e sale. Tagliare una cipolla a pezzi e adagiarla sulla carne. Riempire la pentola d’acqua e lasciar cuocere il pollo. Una volta cotto, prelevare la carne e mettere da parte il brodo-sughetto che si è formato. Versare ora il riso in un’altra pentola e riempire d’acqua. Girare e coprire con un coperchio: sbollentare il riso per dieci minuti, poi lavarlo sotto acqua corrente. Scolare ora il riso e versarlo nel brodo di pollo. Aggiungere il curry, un po’ di sale e il peperoncino. Girare, tappare con coperchio e cuocere finchè gran parte del brodo sarà assorbito. Tagliare intanto le verdure e il fegato a cubetti. Farli cuocere in una padella con i piselli e la cipolla. Dopo aver salato, aggiungere il riso, mescolare e lasciar cuocere il tutto per altri cinque minuti. Il vostro riso fritto ora è pronto, non vi resta che servirlo!

(Luciana De Michele)

Condividi

Altre letture correlate: