Etiopia, muore l’attivista Mesfin Woldemariam

di Diego Fiore
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Mesfin Woldemariam, storico difensore dei diritti umani e politico etiope, è morto all’età di 90 anni nella capitale Addis Abeba. Mesfin ha fondato l’Etiopian Human Rights Council, un’organizzazione per la difesa dei diritti, e si è unito alla Coalition for Unity and Democracy (CUD) durante le controverse elezioni del 2005. Il CUD riuscì a vincere tutti i seggi tranne uno ad Addis Abeba e un numero senza precedenti di seggi nei parlamenti federali e regionali, ma il partito dichiarò di aver vinto anche più seggi di quanti ne ha riconosciuti il consiglio elettorale. A seguito della controversia, gli alti dirigenti del partito, compreso Mesfin, furono accusati dal governo di tentativi incostituzionali di presa di potere e incarcerati. Mesfin poi ha lasciato il partito e ha descritto il suo coinvolgimento nella politica del partito come un errore, dicendo che era più a suo agio nel criticare chi era al potere che nel cercare di essere al potere.

Professore di geografia, ha scritto più di una decina di libri di politica, storia e cultura. È stato anche un prolifico commentatore sui giornali e successivamente sui social media. Il primo ministro Abiy Ahmed lo ha definito «un campione di lotta pacifica e una persona che ha difeso solo ciò in cui credeva». 

Condividi

Altre letture correlate:

X