Corte dell’Aia | Kenya e Somalia, udienza rinviata

di Diego Fiore
Aia
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Per la terza volta in altrettanti mesi, la Corte internazionale di giustizia (Cig) dell’Aia ha rinviato l’udienza sulla disputa marittima fra Kenya e Somalia riguardo lo specchio d’acqua dell’Oceano Indiano al confine fra i due Paesi. L’udienza, inizialmente prevista dall’8 al 12 giugno prossimi, è stata aggiornata alla settimana che va dal 15 al 19 novembre 2020 a causa della pandemia di coronavirus. È quanto riferisce la stessa Corte in una nota.

La disputa su quello specchio d’acqua non è una questione di pragmatica, ma riguarda  una partita molto importante: dagli studi svolti fino ad ora quelle acque sarebbero ricche di petrolio. Nell’ottobre scorso la Corte dell’Aia aveva acconsentito alla richiesta del Kenya di posticipare al prossimo mese di giugno l’audizione pubblica sulla disputa marittima che lo vede contrapposto alla Somalia. In un comunicato la Corte dell’Aia aveva dichiarato che la decisione era stata presa dopo che Mogadiscio e Nairobi avevano concordato di inviare squadre legali nella nuova data concordata, vale a dire l’8 giugno 2020. La richiesta di rinvio era stata avanzata dalle autorità di Nairobi all’inizio di ottobre dopo che un gruppo di venti kenioti aveva firmato una petizione per chiedere che la questione fosse risolta in via extragiudiziale.

Kenya e Somalia sono da anni contrapposte su questo fronte. La questione è stata sollevata dal Governo della Somalia nell’agosto 2014: tuttavia le autorità di Nairobi hanno accusato Mogadiscio di aver agito in malafede ignorando il memorandum d’intesa firmato nel 2009 che assegnava la precedenza a quest’ultimo rispetto al ricorso presso la Corte dell’Aia.

Altre letture correlate:

X