Ciad-Angola | Un debito ripagato… con le mucche

di Enrico Casale
ciad animali
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Soldi? No, mucche. Il Ciad ripagherà un debito di 100 milioni di dollari all’Angola senza alcun versamento in denaro, ma con l’invio di mandrie di bovini. L’insolito accordo tra Luanda e N’Djamena è vantaggioso per entrambe le nazioni: il Ciad è a corto di soldi mentre l’Angola ha bisogno di bestiame.

Più di 1000 mucche sono già arrivate via nave a Luanda, come prima tranche del pagamento, secondo quanto riferito dal Jornal de Angola. Altri 3500 capi saranno inviati entro la fine di questo mese. In totale, l’Angola riceverà 75.000 animali nell’arco di 10 anni.

Il debito è stato contratto dal Ciad nel 2017. Di fronte a una carenza di denaro liquido, il governo di N’Djamena ha proposto all’Angola di saldare la somma inviando mandrie. L’Angola ha accettato perché ha bisogno di ricostituire la sua popolazione di bestiame particolarmente colpita dalla siccità che uccide gli animali facendoli morire di fame e sete.

Altre letture correlate:

X