Burundi, ergastolo per l’ex presidente Buyoya

di Enrico Casale
Pierre Buyoya
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Pierre Buyoya, ex presidente del Burundi, è stato condannato all’ergastolo in contumacia. La sentenza parla di suo ruolo nell’uccisione del primo presidente democraticamente eletto, Melchior Ndadaye, nel 1993, durante un colpo di Stato che ha fatto precipitare il Paese nella guerra civile.

Insieme a Buyoya, 18 alti ufficiali militari e civili che gli erano vicini hanno ricevuto la stessa condanna. Altre tre persone sono state condannate a 20 anni di carcere per «complicità» nei crimini e l’ex primo ministro Antoine Nduwayo, è stato prosciolto.

Erano presenti solo cinque degli imputati. Tutti gli altri sono stati condannati in contumacia. Uno degli imputati ha detto, a condizione di anonimato, che i loro avvocati non erano stati informati che il tribunale avrebbe emesso la sentenza.

Buyoya è attualmente il rappresentante dell’Unione africana in Mali. È una figura rispettata nel continente e all’estero.

Condividi

Altre letture correlate:

X