Angola | Morto il banchiere della Dos Santos

di Enrico Casale
isabel dos santos
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Nuno Ribeiro da Cunha, 45 anni, un banchiere coinvolto nel caso di appropriazione indebita e di riciclaggio di denaro che ha coinvolto Isabel dos Santos, la figlia dell’ex presidente angolano, è stato trovato morto a Lisbona. Per anni, Ribeiro da Cunha ha gestito il conto della compagnia petrolifera angolana Sonangol nella banca EuroBic.

Da Cunha è stato trovato morto in una delle sue proprietà a Lisbona. Le indagini non sono ancora chiuse e i giudici portoghesi stanno vagliando diverse piste, anche se una fonte della polizia ha riferito ai media che «tutto fa pensare a un suicidio». La polizia ha affermato che Da Cunha aveva già tentato di suicidarsi questo mese e soffriva di una forte depressione.

Mercoledì EuroBic ha dichiarato che avrebbe interrotto i suoi rapporti con Isabel dos Santos, che, secondo quanto riferito, è stata a lungo il principale azionista della banca attraverso due società di sua proprietà. La banca ha aggiunto che avrebbe indagato sui trasferimenti per decine di milioni di dollari che aveva effettuato la Dos Santos.  In una dichiarazione di giovedì, la figlia dell’ex presidente angolano ha descritto le accuse contro di lei come «estremamente fuorvianti e false».

Altre letture correlate:

X