Tunisia – Essebsi: «La nostra democrazia è minacciata»

di Enrico Casale
Beji Caid Essebsi

La democrazia tunisina “sta affrontando diversi pericoli” e il percorso democratico avviato con la rivoluzione del 2011 “è seriamente minacciato”. Lo ha detto oggi il presidente della Tunisia, Beji Caid Essebsi, in un atteso discorso alla nazione. Essebsi ha parlato dal Palazzo dei congressi di Tunisi alla presenza del premier del governo di unità nazionale Youssef Chahed, il presidente dell’Assemblea dei rappresentanti del popolo (Arp), deputati e leader dei partiti, in un momento di grande tensione nel paese rivierasco tra i disordini sociali, rimpasti di governo, proteste contro il disegno di legge per introdurre una sorta di “scudo fiscale”, la svalutazione del dinaro tunisino e le dimissioni del presidente dell’Istanza superiore indipendente per le elezioni, Chafik Sarsar, a pochi mesi dalle prime elezioni locali dalla rivoluzione.
(11/05/2017 Fonte: Agenzia Nova)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X