Sudafrica, la polizia spara agli xenofobi

di Enrico Casale

Almeno due persone sono morte e una decina sono rimaste ferite a Johannesburg durante gli scontri scoppiati nel fine settimana tra le forze di sicurezza e i saccheggiatori nell’ultima ondata di violenza xenofoba che ha travolto il Paese. Lo riferiscono i media locali.

Gli agenti antisommossa hanno sparato proiettili di gomma per disperdere la folla che aveva preso di mira i negozi dei migranti nel centro commerciale della città. Dopo momenti di tensione, i poliziotti sono riusciti a far tornare la calma nei distretti di Jeppestown e Hillbrow.

Johannesburg e Pretoria sono state colpite nell’ultima settimana da un’ondata di attacchi contro le aziende di proprietà dei migranti che ha provocato almeno 10 morti e forti proteste di diversi Paesi africani. La xenofobia è una piaga che da anni colpisce il Sudafrica. I migranti e le loro attività vengono presi di mira dai sudafricani in una lotta tra poveri. Ciò ha portato a tensioni diplomatiche tra Pretoria e alcune capitali sudafricane. In particolare con Abuja che ha denunciato le violenze contro i nigeriani.

Altre letture correlate:

X