RD Congo | Funzionari di frontiera arrestati per traffico di pangolino

di Valentina Milani
pangolino

Alcuni funzionari dei servizi di frontiera dell’aeroporto di Kinshasa sono stati arrestati in relazione al traffico di pangolino.

Il traffico è stato scoperto all’aeroporto di Istanbul. I funzionari doganali turchi hanno scoperto un’enorme quantità di pangolini, il piccolo mammifero che si ritiene essere l’animale più soggetto al bracconaggio al mondo davanti a elefanti e rinoceronti. Più di 1.200 chili, l’equivalente di circa 1,5 milioni di euro. Un carico che è stato spedito al posto di mobili in legno dichiarati all’aeroporto di Kinshasa.

Il carico aveva lasciato Goma e doveva raggiungere la Romania via Istanbul. Gli investigatori congolesi sono stati allertati dall’ufficio turco dell’Interpol e hanno arrestato diversi funzionari dei servizi di frontiera all’aeroporto di Kinshasa ma anche alle dogane e all’Ufficio congolese di controllo e servizi ambientali.

La specie del pangolino è fortemente a rischio di estinzione a causa della perdita degli habitat naturali e del traffico illegale.

Altre letture correlate:

X