Palermo mette “l’Africa tra le pagine”

di Stefania Ragusa

Mentre a Milano è iniziato il conto alla rovescia per l’avvio di un’edizione di BookCity focalizzata sulle Afriche e le periferie, Palermo lancia un concorso letterario dedicato a giovani africani o con origini africane che abbiano scelto la lingua italiana per esprimersi da un punto di vista letterario.
Una casa editrice “storica”, Edizioni La Zisa  in collaborazione con l’associazione culturale La Tenda di Abramo – Culture e religioni in dialogo  ha indetto infatti la prima edizione del concorso letterario internazionale Racconti africani. L’Africa fra le pagine.

Regolamento Si accettano racconti a tema libero che non superino le 5 (cinque) cartelle dattiloscritte (1 cartella = 30 righe di 60 battute). Sono ammesse eccezioni se gli elaborati superano di poco il limite prefisso. Ogni autore può inviare al massimo un racconto. I testi devono essere in lingua italiana e rigorosamente inediti. Possono partecipare esclusivamente autori di ambo i sessi residenti in un qualunque Paese africano o altrove residenti ma di origine africana (afrodiscendenti).I concorrenti devono inviare il racconto in formato word, con nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e nome del Concorso, al seguente indirizzo mail: lazisaeditrice@gmail.com o all’indirizzo postale: Edizioni La Zisa, via Vann’Antò 16, 90144 Palermo (Italia). La partecipazione è assolutamente gratuita e gli elaborati in lingua italiana andranno inviati entro e non oltre il 31 marzo 2020.

Premio: la pubblicazione Una commissione, che avrà fra i suoi componenti  Sabrina Efionay (in arte “Sabrinex”), e formata da giudici indicati dalla casa editrice la Zisa, dall’associazione culturale La Tenda di Abramo e da altri enti organizzatori*, selezionerà i migliori racconti che verranno pubblicati dalle Edizioni La Zisa in un volume che sarà messo in vendita nelle librerie e potrà anche essere acquistato on line. Il libro sarà presentato in un evento di premiazione in Sicilia, in altre città italiane e, contemporaneamente, anche Togo, Camerun, Gabon, Costa d’Avorio e Congo Brazaville.

Per informazioni scrivere a: lazisaeditrice@gmail.com; o telefonare a: +39 091 5509295.

*L’iniziativa, patrocinata da ForumSad e da Tulime onlus, è organizzata insieme alla “Casa Italiana” di Lomé (Togo), l’“Oasi italiana” di Bafoussam (Camerun), l’“Oasi italiana” di Douala” (Camerun), lo “Spazio Linguistico Michelangelo” di Libreville (Gabon), il “Clirap” di Lomé (Togo), il “Clirap” di Abidjan (Costa d’Avorio), il “Clirap” di Brazzaville (Congo), il “Clirap” di Dschang (Camerun), il “Clirap” di Yaoundé (Camerun), il “Clirap” di Douala (Camerun) e, infine, il “Clirap” di Buea (Camerun).

Altre letture correlate:

X