Nuovi accordi tra Senegal e Francia

di Valentina Milani
francia e senegal

Il Senegal acquisterà tre nuove motovedette dal gruppo francese Kership e dei missili dal gruppo europeo con sede in Francia Mbda. L’acquisizione è stata formalizzata domenica 17 novembre presso il palazzo presidenziale senegalese alla presenza del capo dello Stato Macky Sall e del primo ministro francese Édouard Philippe.

Sall, che è stato rieletto in febbraio, ha infatti promesso di aumentare significativamente lo sforzo militare senegalese dicendo che la forza del suo esercito deve essere aumentata da 20.000 a 30.000 effettivi entro il 2025, mentre la  marina deve aumentare sia in attrezzature che in truppe (da 1000 a 2000 uomini). Grandi giacimenti di gas e idrocarburi devono infine essere messi in funzione al largo delle coste del Paese.

Altri accordi firmati domenica includono la conferma di un prestito di 50 milioni di euro da parte dell’Agenzia francese per lo sviluppo «al fine di una gestione efficace delle finanze pubbliche e una maggiore trasparenza di bilancio», come riporta Jeune Afrique.

Infine, la cooperazione tra i ministeri della Cultura deve essere rafforzata intorno a tre assi: una migliore circolazione delle opere e un programma di formazione per la conservazione e la mediazione all’interno dei musei; sostegno allo sviluppo delle industrie culturali e creative; e sostegno alla creazione di un’industria cinematografica.

L’accordo è stato siglato domenica durante il quarto seminario intergovernativo tra Francia e Senegal che si è tenuto Dakar.

Altre letture correlate:

X