Madagascar: diversi arresti per un presunto complotto contro Rajoelina

di claudia
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Diverse persone, sia malgasce che di altra nazionalità, sono state arrestate in Madagascar con l’accusa di aver ordito un complotto ai danni del capo dello Stato Andry Rajoelina. La notizia è stata data oggi dal procuratore generale Berthine Razafiarivony, gli arresti sono stati effettuati martedì. Rivolgendosi ai giornalisti, Razafiarivony ha detto che l’obiettivo sarebbe stato quello di uccidere Rajoelina e altre personalità a lui vicine. Non è chiaro se gli arresti siano collegati a un attentato sventato lo scorso 26 giugno contro il capo della gendarmeria, il generale Richard Ravalomana, che è considerato il braccio destro di Rajoelina. Rajoelina ha giurato come presidente della grande isola dell’Oceano indiano nel 2019 battendo il suo predecessore e rivale di lunga data Marc Ravalomanana; ma al potere era arrivato già prima, nel marzo del 2009, grazie al sostegno dell’esercito, rimanendo presidente di un consiglio di transizione fino al 2014.

Condividi

Altre letture correlate: