Kenya | I guerrieri masai diventano anziani

di Enrico Casale
masai
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Migliaia di masai, vestiti con i loro scialli rossi e viola e con la testa ricoperta di ocra rossa, si sono riuniti questa settimana per la cerimonia che li trasforma da moran (guerrieri) in mzee (anziani). Circa 15.000 uomini provenienti da tutto il Kenya e dalla vicina Tanzania si sono riuniti a Maparasha Hills, nella contea di Kajiado, a 128 km da Nairobi, per banchettare con 3.000 tori e 30.000 capre e pecore. La cerimonia si svolge una volta ogni dieci anni sempre nello stesso luogo circondato da colline e punteggiato di alberi di acacia.

Mercoledì, gli uomini hanno arrostito la carne su letti di carbone di alberi di acacia, tenendo in mano bastoni e spade. «Ero un moran, ma dopo questa cerimonia, ora sono un mzee – ha detto a Reuters Stephen Seriamu Sarbabi, un commerciante di bestiame di 34 anni -. Adesso avrò molte responsabilità nella comunità. Presiederò riunioni e verrò consultato».

Durante la cerimonia, gli uomini sono stati accompagnati dalle loro mogli, che indossavano scialli colorati e perline al collo e hanno cantato canzoni per il gruppo di anziani.

Secondo l’ufficio statistico del governo, in Kenya vivono 1,2 milioni di masai.

Condividi

Altre letture correlate:

X