In Namibia eletto Adolf Hitler

di Enrico Casale
Adolf Hitler Uunona
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Chiamarsi Adolf Hitler non è una cosa comune. Se poi ti candidi in un’elezione e vieni eletto la cosa si fa ancora più strana. Così è capitato ad Adolf Hitler Uunona che è stato eletto amministratore distrettuale di Ompundja, nella regione settentrionale dell’Oshana.

La Namibia è un’ex colonia tedesca. La colonizzazione di Berlino è stata tutt’altro che morbida. Nei libri di storia si legge ancora del terribile genocidio delle popolazioni herero e nama che qualcuno ha classificato come la «prova generale» del genocidio degli ebrei. Tuttavia esiste ancora una piccola minoranza che parla la lingua di Goethe e c’è, in alcuni strati della popolazione, una certa nostalgia del regime coloniale

«Mio padre mi ha chiamato in questo modo in onore del dittatore tedesco. Probabilmente non ha ben capito cosa ha rappresentato Adolf Hitler nella storia – ha detto Adolf Hitler Uunona -. Da bambino, il mio nome era normale. È stato solo crescendo che ho capito che il dittatore tedesco aveva come progetto quello di soggiogare il mondo intero».

Sua moglie lo chiama Adolf e in pubblico si presenta come Adolf Uunona. Ormai, spiega, è troppo tardi per cambiare ufficialmente il nome, spiega ai giornalisti. Uunona è stato eletto, con l’85% delle preferenze nelle liste della Swapo, partito di ispirazione socialista, che dal 1990 governa l’intera Namibia. 

«Il fatto che io abbia questo nome non significa che voglio conquistare Oshana – ha dichiarato alla stampa locale -. Non significa che sto lottando per il dominio del mondo.  

Condividi

Altre letture correlate: