Egitto – Ordigno in una chiesa. Muore un poliziotto

di Enrico Casale
polizia egiziana

Un poliziotto è stato ucciso cercando di disinnescare una bomba fuori da una chiesa copta in Egitto. Secondo quanto riferito, Mustafa Abid, questo il nome dell’agente, era uno specialista nello sminamento. L’esplosione ha ferito altri due ufficiali e uno spettatore. Quello deflagrato era uno dei due dispositivi nascosti in una borsa sul tetto della chiesa di Nasr City, fuori del Cairo. I poliziotti egiziani hanno lamentato la scarsa protezione loro offerta dallo Stato denunciando la discriminazione che subirebbero tra le forze di sicurezza.

L’attentato arriva due giorni prima che i cristiani egiziani celebrino il loro Natale. Insorti islamici hanno attaccato i copti in passato. Più di 100 sono stati uccisi dai jihadisti dal 2016. Lo scorso ottobre, 17 persone sono state condannate a morte per il loro coinvolgimento in attentati dinamitardi contro chiese copte. E il mese seguente, la polizia ha ucciso 19 attivisti islamici che sono stati accusati di aver attaccato i cristiani in una sparatoria.

Altre letture correlate:

X