Costa d’Avorio – «La malattia del sonno può essere eliminata»

di Enrico Casale
mosca tse tse

La malattia del sonno può essere debellata.  A lanciare il messaggio positivo, un gruppo di ricercatori sulla tripanosomiasi umana africana che si è riunito a convegno ieri 13 giugno a Grand Bassam (Costa d’Avorio). Scienziati, medici provenienti da Uganda, Guinea, Ciad, Burkina Faso e naturalmente dalla Costa d’Avorio hanno analizzato i grandi passi avanti nel contenimento di questa patologia.

In passato, i casi di tripanosomiasi in Africa si contavano in decine o addirittura a centinaia di migliaia. Oggi la situazione è nettamente migliorata. Nel 2016, nelle zone umide e ombreggiate dove era più facile la diffusione del parassita colpevole della malattia, si sono registrati solo tremila casi.

Secondo la dottoressa Dramane Kama del Pierre Richet Institute di Bouaké, l’eliminazione totale della malattia è a portata di mano. «La nostra azione si concentra sullo screening e sul trattamento delle persone affette da questa malattia – ha detto -. Ma anche sulla lotta contro la mosca tse-tse che trasmette il parassita. Abbiamo trappole che mettiamo nelle zone. Lavoriamo in collaborazione con diverse istituzioni, come l’Istituto di ricerca per lo sviluppo. Abbiamo finanziamenti dalla Bill Gates Foundation, dall’Unione Europea. Vincere oggi è possibile».

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X