Brasile – Salvati 25 migranti africani alla deriva

di Enrico Casale
Migranti

Venticinque migranti africani sono stati salvati lo scorso fine settimana da pescatori al largo delle coste del Brasile. Il gruppo comprendeva senegalesi, guineani, nigeriani e sierraleonesi che avevano lasciato l’Africa occidentale cinque settimane fa.

Il salvataggio è la conferma che, chiuse le rotte verso l’Europa, gli africani stanno cercando nuove rotte verso l’America latina. La loro odissea è iniziata a Capo Verde, al largo del Senegal, a metà aprile. Dopo aver pagato mille euro ai contrabbandieri, sono salpati per il Brasile, dove speravano di trovare lavoro. La traversata in catamarano è diventata un incubo. Il Gps, il navigatore satellitare necessario per trovare la rotta, si è però subito guastato. Pochi giorni dopo si è rotto anche il motore, che non era abbastanza potente e resistente per coprire i 3.500 chilometri. Anche il carburante a bordo non era quello giusto.

I migranti hanno Abbiamo quindi issato le vele. Ma la sfortuna li ha colpiti un’altra volta perché il catamarano ha perso l’albero. La barca è andata così alla deriva in alto mare. I pescatori li hanno salvati a 110 chilometri dallo Stato di Maranhao, nel Nord-Est del Brasile.

I 25 passeggeri africani, di età compresa tra i 19 e i 35 anni, sono attualmente ospitati in un centro sportivo a Sao Luis do Maranhao, la capitale dello Stato, dove vengono curati. Due contrabbandieri, che la polizia descrive come «coyote», sono stati arrestati.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X