Botswana, si riapre la caccia agli elefanti

di Enrico Casale
elefanti
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il governo di Gaborone ha deciso: ci sono troppi elefanti, vanno abbattuti. Il Botswana ha così tolto il divieto di caccia ai pachidermi che era in vigore dal 2014. Una decisione destinata a suscitare proteste dai gruppi di protezione della fauna selvatica.

Il Botswana è lo Stato che ospita più elefanti di tutti gli altri Paesi al mondo. Si stima vivano nella nazione dell’Africa australe almeno 130mila esemplari. La caccia, ha dichiarato il governo sui social media, riprenderà «in modo ordinato ed etico», ma l’esecutivo non ha spiegato come sarà regolata. Una relazione, ha sottolineato il locale ministero dell’Ambiente, avrebbe registrato «livelli elevati di conflitto tra elefanti e umani». Spesso i pachidermi, nei loro spostamenti, distruggono i campi coltivati e si scontrano con i contadini. Ma, invece di prevedere uno spostamento degli esemplari in altri Paesi, dopo numerose polemiche i politici di Gaborone hanno deciso di dar voce ai fucili dei cacciatori.

Altre letture correlate:

X