Zimbabwe – Mnangagwa: «Priorità al rilancio economico»

di Enrico Casale

Il presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa, ha annunciato ieri, 18 settembre, che il suo governo elaborerà un piano per estinguere il debito estero del paese. Parlando al parlamento per l’inaugurazione della nona legislatura, il capo dello Stato ha affermato che l’esecutivo è fortemente impegnato a stabilizzare l’ambiente macro-economico, a ridurre il deficit di bilancio e a far crescere tutti i settori dell’economia, e ha invitato il settore pubblico a cambiare la propria etica del lavoro e a migliorare l’erogazione dei servizi.

«Le imprese statali non dovrebbero essere un salasso per il fisco, ma dovrebbero operare con profitto», ha detto Mnangagwa, citato dal quotidiano «The Herald». Secondo il presidente zimbabwiano, l’agricoltura rimane un «settore strategico» per l’economia del Paese, per questo il rilancio delle aziende del settore è fondamentale.

«È necessario creare valore aggiunto nel settore manifatturiero», ha poi aggiunto Mnangagwa, dicendosi «soddisfatto» dell’apporto che l’industria dell’oro, del platino e del cromo offrono all’economia dello Zimbabwe. Quanto alla corruzione, il presidente Mnangagwa ha ribadito che «nessuno è al di sopra della legge» e che «chiunque sarà giudicato colpevole verrà punito», mentre nuovi provvedimenti sono in cantiere nei settori della sanità, delle telecomunicazioni, dell’energia nucleare e della lotta alla tratta di esseri umani, mentre verrà discusso un disegno di legge che prevede la condanna obbligatoria per i casi di stupro.

Altre letture correlate:

X