Vecchie auto inquinano l’Africa

di Enrico Casale
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Tra il 2015 e il 2018, milioni di veicoli vecchi e altamente inquinanti sono stati esportati in Africa da Europa, Stati Uniti e Giappone. A denunciarlo è un recente rapporto del Programma ambientale delle Nazioni Unite.

L’inchiesta parla di 14 milioni di veicoli datati esportati nei Paesi in via di sviluppo tra  il 2015 e il 2018. Di questi più del 40% sarebbe stato portato in Africa. Pochi Paesi africani hanno norme precise sulle importazioni di automobili e, secondo il rapporto, molte delle auto esportate in Paesi africani non soddisfano gli standard minimi per l’inquinamento atmosferico e non sono sicure da guidare.

Recentemente, nei Paesi Bassi, la polizia ha scoperto che ad alcune auto esportate in Africa sono stati preventivamente rimossi i dispositivi per abbattere gli inquinanti e i metalli preziosi, contenuti soprattutto nelle marmitte, sono stati rivenduti.

In Uganda l’età media di un veicolo diesel importato dall’Europa è di oltre 20 anni.

Condividi

Altre letture correlate:

X