Thieboudienne dal Senegal

di Matteo Merletto
Thieboudienne Senegal

Tchep, Chep poisson, Cebuu Jeen, tanti nomi per una popolarissima pietanza a base di riso, pesce e verdure stufate, che dal Senegal, dove è piatto nazionale, si è diffusa in tutta l’Africa Occidentale. Molto apprezzata anche la sua variante con carne, altrettanto sfiziosa e saporita.

Tempo: 1 ora e 30
Difficoltà: media
Porzioni: 6 persone

Ingredienti
400 gr di riso spezzato/Patna • 600 gr di filetto di pesce (a scelta, cernia, orata, branzino) • 300 gr di carote • 300 gr di verza • 150 gr di zucca • 2 pomodori freschi • 150 gr di passata di pomodoro • 3 cipolle • 2 melanzane piccole ovali • 4 cucchiai di olio di semi di arachidi • 1 cucchiaio di salsa di pesce • peperoncino in polvere • 1 pizzico di pepe nero • sale q.b

Procedimento
– Mondate e lavate le verdure e tagliatele a tocchetti, lasciando dei pezzi più grossi.
– Sbucciate e tagliate finemente le cipolle e mettetele a rosolare in una casseruola con 4 cucchiai di olio.
– Versate la passata di pomodoro, le verdure e il pesce tagliato a pezzetti. Aggiungete la salsa di pesce, il pepe e peperoncino, salate e, se necessario aggiungete un po’d’acqua.
– Coprite e fate cuocere a fuoco molto basso per circa 30 minuti. Quando le verdure sono cotte, prendetele con un mestolo forato, trasferitele in una terrina e tenetele in caldo.
– Versate il riso nella stessa casseruola nella quale avete cotto le verdure e versate tanta acqua fino a coprirlo di un dito.
– Portate a bollore, mettete il coperchio e fate cuocere a fuoco molto basso fino a quando il liquido di cottura sarà stato assorbito (circa 30 minuti).
– Trasferite il riso e il pesce in un piatto da portata, disponetevi sopra le verdure e il pesce ancora caldi e servite subito.

(Irene Fornasiero)

Altre letture correlate:

X