Sudafrica – Tasso di disoccupazione ormai a livelli record

di Marco Simoncelli

L’economia sudafricana è sta mostrando ancora segnali negativi. Le statistiche pubblicate nel secondo trimestre del 2019 pubblicate dall’ufficio nazionale di statistica sudafricano SA Statsa, dipingono un quadro cupo dell’occupazione nell’economia più industrializzata del continente. Il tasso di disoccupazione ha raggiunto il suo livello più alto negli ultimi 11 anni, raggiungendo quota 29% sul totale della popolazione attiva.

A riportarlo, con ampia evidenza sono tutti i principali media sudafricani, sottolineando come il dato rappresenti una delle principali sfide che deve affrontare il presidente Cyril Ramaphosa il quale nella sua ultima campagna elettorale aveva promesso di creare 250.000 nuovi posti di lavoro all’anno.

Il dato, come sottolinea InfoAfrica, è ben più alto delle stime attese dagli economisti, che avevano previsto un tasso di disoccupazione del 27,7% in leggero rialzo rispetto al 27,6% registrato nel primo trimestre.

Secondo quel che viene riportato dai media sudafricani, per trovare un tasso di disoccupazione più alto in Sudafrica bisogna tornare indietro fino al 2003 quando il livello delle persone in cerca di lavoro rispetto al totale della forza lavoro era pari al 29,3% seppure bisogna ricordare che a quel tempo SA Stats non forniva dati su base trimestrale.

In termini assoluti, il numero dei disoccupati in Sudafrica è cresciuto nel secondo trimestre 2019 di 455.000 persone raggiungendo quota 6,7 milioni: un numero ben più alto di dieci anni fa, quando i disoccupati erano in tutto 4,3 milioni in considerazione anche dell’aumento demografico.

Come ricorda Africanews, questi risultati negativi arrivano lo steso giorno in cui la compagnia di distribuzione dell’energia elettrica del Sudafrica, Eskom, ha annunciato di aver registrato perdite annuali pari a 20,7 miliardi di rand (1,46 miliardi di dollari) nell’esercizio finanziario 2018-2019. Nel febbraio scorso il ministro delle Finanze, Tito Mboweni, ha annunciato che Eskom riceverà un piano di salvataggio di 23 miliardi di rand (circa 4,9 miliardi di dollari) per appianare il suo debito nei prossimi tre anni. Su Eskom, che fornisce oltre il 90% della capacita’ elettrica nazionale al paese che e’ l’economia africana piu’ industrializzata, pesano oltre 30 miliardi di dollari di debiti.

Un’altra gatta da pelare per il presidente Cyril Ramaphosa al potere dallo scorso maggio, il quale in campagna elettorale ha promesso proprio il rilancio dell’economia in crisi e la lotta alla corruzione.

Altre letture correlate:

X