Sospeso presidente Federcalcio ugandese

di Enrico Casale
Moses Magogo

Il presidente della Federcalcio ugandese, Moses Magogo, è stato sospeso da tutte le attività legate al calcio per due mesi e gli è stata comminata una multa di 10mila dollari. Il provvedimento è stato preso dalla Fifa (federazione internazionale) per il ruolo del dirigente sportivo nella rivendita dei biglietti per i Mondiali  del 2014. Magogo aveva assunto la poltrona più alta del calcio ugandese solo solo un anno prima. La pena è il frutto di un patteggiamento tra la Fifa e lo stesso Magogo.

«Il 23 luglio 2018 è stata aperta un’indagine su Magogo relativa alla rivendita dei biglietti per i Mondiali del 2014 – ha affermato Fifa in una nota -. Mentre era in corso l’indagine, Magogo è stato però autorizzato a far parte della Confederazione delle calcistica africana, guadagnandosi un posto nel comitato esecutivo dell’ente».

La pena scadrà il 10 dicembre 2019.

Altre letture correlate:

X