Somalia | Un sito per le vittime civili dei raid Usa

di Diego Fiore
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Accusati di aver ucciso civili negli attacchi contro le postazioni dei terroristi di al-Shabaab in Somalia, gli Stati Uniti hanno annunciato che dalla fine di maggio sarà disponibile un sito web che consentirà ai cittadini del Paese africano di registrare eventuali vittime civili. Dall’inizio dell’anno gli Usa hanno compiuto oltre 40 raid aerei in Somalia.

La decisione americana arriva dopo l’ammissione di aver fatto vittime civili durante un attacco a febbraio. Africom, il comando Usa africano, ha infatti spiegato che due civili sono stati “involontariamente” uccisi (un coltivatore di banane e un dipendente di una società di telecomunicazioni) e tre sono rimasti feriti. Nello stesso attacco sono morti due membri del gruppo di al-Shabaab.

Amnesty International, dal canto suo, spiega che più di 20 civili somali sono stati uccisi durante gli attacchi aerei. L’esercito americano nega questa informazione.

Condividi

Altre letture correlate:

X