Ramadan bollente in Egitto

di Enrico Casale
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Ramadan bollente per gli egiziani. La popolazione musulmana sta cercando di proteggersi dall’ondata di caldo che ha colpito il Cairo questa settimana. Molti si sono riparati sotto gli alberi o camminavano sotto ombrelli per evitare la disidratazione, mentre altri si sono schizzati i volti con l’acqua. Tuttavia, a causa delle restrizioni del Ramadan, i cittadini soffrono particolarmente.

«Ho sentito ieri che la temperatura raggiungerà i 46 gradi, ma continuo la mia vita normalmente e prima di lasciare la casa ho fatto una doccia. Ieri, a causa del digiuno [per il Ramadan], prima dell’alba ho bevuto abbastanza acqua e mangiato verdure che aiutano mantenere l’acqua nel corpo», ha detto Rajai el Gamal, un cittadino egiziano.

L’ondata di caldo ha causato un incendio nel mercato e negli esami delle scuole superiori. Gamal Ebrahim, un altro cittadino, ha spiegato: «Le temperature in Egitto hanno raggiunto 40, 45 e 50 gradi. Nelle scuole gli esami sono stati posticipati a causa della temperatura troppo elevata».

Le temperature hanno toccato i 46 gradi mercoledì e giovedì, ma si abbasseranno di circa 7 gradi  oggi, sabato 25 maggio.

Durante il mese più sacro del calendario islamico le persone devono astenersi dal mangiare, bere e fumare dall’alba al tramonto. Le pause veloci dopo il tramonto, quando le persone sono autorizzate a mangiare fino ai primi segni di luce del sole. Nella maggior parte dei Paesi musulmani in questi anni il Ramadan ha iniziato la sera del 5 maggio e si concluderà il 4 giugno.

Altre letture correlate:

X