Papa Francesco arriva in Africa

di Enrico Casale
Papa Francesco in Africa
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Prende il via oggi, 4 settembre, il 31° viaggio di papa Francesco. Sarà un viaggio tutto africano che toccherà Mozambico, Madagascar e Isole Mauritius e durerà sei giorni. Il pontefice lancerà messaggi di pace e riconciliazione, specie in Mozambico, ma anche sulla salvaguardia del creato – cuore della sua enciclica Laudato si’– e la cura dei malati di aids.

Il Mozambico, nazione che accoglie per prima Francesco, è stato colpito dalla violenza perpetrata da militanti islamisti e da ribelli dissidenti che si sono rifiutati di abbandonare le armi, 27 anni dopo la fine della guerra civile. Si prevede che il Papa affronterà il tema del fragile processo di pace del Paese e della devastazione causata dai recenti cicloni all’inizio di quest’anno. Non è il primo pontefice a visitare il Paese – prima di lui, Giovanni Paolo II nel 1988 –, ma, a differenza di papa Wojtyla,  rimarrà nella sola capitale, Maputo.

Tra i residenti di Beira cèè una certa delusione per la mancata visita alla città più colpita dal ciclone Idai. «Speravo che il Papa venisse e camminasse sul suolo di Beira», ha detto la 45enne Maria da Paz. In un videomessaggio, il papa ha però affermato che il suo cuore abbraccerà tutto il popolo del Mozambico, anche se non andrà «oltre la capitale».

Il tour di tre giorni arriva un mese dopo che il governo ha firmato uno storico trattato di pace con l’ex gruppo ribelle Renamo, che ora è il principale partito di opposizione.

Sarà la sua quarta visita nel continente da quando è diventato capo della Chiesa cattolica, nel 2013, rispetto alle due che il suo predecessore, Benedetto XVI, fece durante il suo pontificato di otto anni.

Sabato sarà in Madagascar e poi alle Isole Mauritius.

Altre letture correlate:

X