Libia | «Solo il dialogo porterà la pace»

di Enrico Casale
Libia
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

L’Unione europea è preoccupata per la decisione turca di inviare truppe a sostegno del governo di Tripoli, in Libia.  «L’Ue esprime forte preoccupazione per la decisione della Grande Assemblea nazionale turca che autorizza l’invio di contingenti militari», è scritto in una nota del Servizio di azione esterna dell’Ue che ribadisce la «ferma convinzione che non esiste una soluzione militare alla crisi libica».

Secondo il portavoce «le azioni a sostengo di coloro che stanno combattendo nel conflitto destabilizzeranno ulteriormente il Paese e l’intera regione». Per l’Ue «è dunque imperativo che tutti i partner internazionali rispettino pienamente l’embargo Onu sulle armi» e che «sostengano gli sforzi del rappresentante speciale delle Nazioni Unite Ghassan Salamé ed il processo di Berlino in quanto unica via verso una Libia in pace, stabile e sicura».

L’Unione europea «manterrà un impegno attivo a sostegno di tutte le misure che portino a una de-escalation e a un effettivo cessate il fuoco e alla ripresa dei negoziati politici».

Altre letture correlate:

X