L’Aids c’è (anche se non se ne parla più)

di Enrico Casale
Aids
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Di Aids non se ne parla più. Eppure c’è. Colpisce milioni di persone e ne uccide centinaia di migliaia. Le cure, disponibili nei Paesi europei e nordamericani, sono un sogno per la maggior parte dei Paesi del Sud del Mondo, in particolare in Africa, dove il virus è maggiormente diffuso.

aidsDi questo di parlerà nella 21a Conferenza internazionale sull’Aids che si apre ufficialmente oggi, 18 luglio a Durban, in Sudafrica, e terminerà venerdì 22 luglio. L’obiettivo è l’eradicazione dell’epidemia entro il 2030, ma la strada è ancora lunga. Secondo le statistiche fornite dalle Nazioni Unite, nel 2015 erano 36,7 milioni le persone colpite dal virus, ma solo 17 milioni avevano accesso alle terapie. Sempre nel 2015 1,1 milioni di persone sono morte di Aids. L’Africa, con i suoi 24,7 milioni di malati, è il continente più colpito. Nel continente solo il 39% dei pazienti riceve le cure adatte.

I 18mila partecipanti all’evento di Durban, tra i quali scienziati, attivisti della società civile, avvocati, molti politici e alcune personalità, come il principe Harry e l’attrice sudafricana Charlize Theron, cercheranno di focalizzare l’attenzione sui «trattamenti preventivi». Si parlerà dell’uso dei preservativi, ma non solo. Negli ultimi anni, infatti sono iniziati a circolare farmaci preventivi, in particolare le Prep, profilassi pre-esposizione. L’Unaids spera che 3 milioni di persone ne potranno beneficiare entro il 2020, contro i 60mila di oggi. L’efficacia di questi farmaci è formidabile: chi li assume ha il 95% di protezione contro l’Hiv.

AidsLa 21a Conferenza internazionale sull’Aids cercherà anche di rivitalizzare gli sforzi nella lotta contro l’epidemia, sollecitando i donatori a versare nuovi fondi. Dai primi anno Ottanta, quando il virus si è manifestato, l’Aids ha ucciso più di 30 milioni persone in tutto il mondo.

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X