La liberazione di Maurice Kamto

di Marco Simoncelli

Sabato scorso, nella capitale camerunese Yaoundé, il leader dell’opposizione e capo del Movimento per il Rinascimento del Camerun (Crm) Maurice Kamto ha camminato di nuovo libero per le strade della città assieme ad altri 102 funzionari e sostenitori del suo partito tra cui Christian Ekoka, Albert Dzongang, il maestro Michele Ndoki e il cantante Valsero.

Il leader dell’Mrc è il principale rivale politico del presidente del Camerun, Paul Biya, ed era in prigione da 9 mesi per aver organizzato proteste lo scorso gennaio contro il risultato delle ultime elezioni presidenziali.

Il filmato mostra il furgone che trasportava l’oppositore mentre lasciava la sede del ministero della Difesa e successivamente lo stesso Kamto uscire dal furgone applaudito da una folla di sostenitori che cantavano «Kamto presidente».

Il politico è stato rilasciato dal carcere militare in cui era rinchiuso dopo che Biya giovedì scorso ha ordinato di far cadere le accuse in quello che si dice essere un gesto di “riconciliazione nazionale” che segue il dialogo nazionale organizzato per risolvere il conflitto nelle regioni anglofone del Paese.

Durante le ultime elezioni, nel 2018, Kamto è arrivato secondo con il 14,2% dei voti, perdendo contro Biya, che ha vinto il suo settimo mandato.

Altre letture correlate:

X